Infertilità

coppia - Foto di Craig ToronSe i tentativi di concepire un figlio si protraggono da almeno un anno senza successo pur avendo frequenti rapporti sessuali non protetti, ci potrebbero essere problemi di fertilità.
Le cause dell’infertilità sono varie e numerose, possono coinvolgere uno o entrambi i partners e possono essere imputabili a malattie pregresse o difetti congeniti, a squilibri ormonali o eccessivo stress oppure a cause non determinabili.

La maggior parte delle coppie riesce a concepire entro i primi 6 mesi di tentativi e dopo un anno di rapporti sessuali frequenti e non protetti circa l’85% delle coppie è in dolce attesa. Del restante 15% circa la metà concepisce senza alcun ausilio medico entro 4 anni.

L’infertilità è riconducibile per un terzo a disturbi della donna, per un terzo a disturbi dell’uomo e per un terzo a cause non note o all’insieme dei problemi che affliggono la coppia.

In alcuni casi l’infertilità femminile si manifesta con mestruazioni molto irregolari o con cicli troppo lunghi – superiori ai 35 giorni – o troppo corti – inferiori ai 21 giorni, mentre l’infertilità maschile potrebbe dare disturbi ormonali, più spesso l’unico segno dell’infertilità è l’incapacità di instaurare una gravidanza.

Anche lo stile di vita può giocare un ruolo importante per migliorare le chances di concepire un figlio: nutrirsi in modo equilibrato, abolire fumo, alcol e stress sono il primo passo verso un modo di vivere più salutare.

Per aumentare le possibilità di concepimento può essere utile:

  • incrementare la frequenza dei rapporti sessuali (2 o 3 rapporti a settimana) – gli spermatozoi sopravvivono fino a 72 ore e un ovulo può essere fecondato fino a 24 ore dopo l’ovulazione;
  • intensificare i rapporti durante il periodo dell’ovulazione – in genere a metà tra una mestruazione e quella successiva;
  • non utilizzare lubrificanti come gel, lozioni e nemmeno la saliva poiché possono avere effetti negativi sugli spermatozoi.

Può essere opportuno consultare un Medico solo dopo almeno un anno di rapporti sessuali frequenti e non protetti a meno che non ci siano alcuni fattori capaci di ridurre la fertilità come ad esempio patologie a carico dell’apparato riproduttore, cicli mestruali irregolari o dolorosi, assenza di mestruazioni, precedenti aborti spontanei, età avanzata di uno o entrambi i partners.

Solo il Medico Specialista potrà consigliare i test più opportuni, formulare una diagnosi ed eventualmente proporre una terapia.
Fortunatamente sono disponibili trattamenti terapeutici sicuri ed efficaci che in molti casi permettono di superare i problemi di infertilità e avere maggiori possibilità di concepire un figlio.