Video games e peso corporeo

I video games attivi, in cui i giocatori devono compiere dei movimenti per interagire con le immagini sullo schermo, si sono dimostrati utili per aumentare, seppur lievemente, l’attività fisica e ridurre il grasso corporeo.

Uno studio New Zelandese pubblicato sulla rivista The American Journal of Clinical Nutrition, ha verificato gli effetti dei video games attivi su 322 ragazzi obesi o sovrappeso di età compresa tra i 10 e i 14 anni che abitualmente usano giocare con video games.

Le attività sedentarie, come i video games, contribuiscono, anche se in modo indiretto, all’aumento di peso e all’obesità poiché i ragazzi tendono a passare ore seduti davanti agli schermi, sgranocchiando merendine e altri snacks. Tuttavia i video games attivi possono in piccola misura promuovere il movimento e ridurre la sedentarietà grazie ad una maggiore interazione tra giocatore e gioco.
I nuovi video games attivi prevedono infatti un maggiore coinvolgimento fisico: il giocatore deve partecipare con i movimenti del proprio corpo e seguire ciò che viene visualizzato sullo schermo. In questo modo si ha un incremento dell’attività fisica e una riduzione nel consumo di snack.

Dopo un periodo di 24 settimane, i ricercatori hanno osservato un miglioramento dell’indice di massa corporea accompagnato da una riduzione del grasso corporeo nel gruppo di soggetti che avevano giocato con i video games attivi rispetto al gruppo di controllo che aveva utilizzato video games tradizionali.

Fonte: The American Journal of Clinical Nutrition