Nuovo tessuto per lenire la dermatite atopica infantile

Il tessuto di fluoro-fibre-sintetiche Tepso verrà impiegato in uno studio multicentrico sulla Dermatite Atopica Infantile, malattia della pelle che colpisce dal 7 al 10% dei bambini manifestandosi dai primi mesi di vita fino ai 10-12 anni.

Tepso si è già rivelato efficace nel trattamento della Psoriasi poiché risolve tante difficoltà di gestione della malattia ben note ai pazienti. E’ il primo tessuto al mondo che può essere indossato senza problemi: è impermeabile agli unguenti, traspirante, leggero, freschissimo e ha un coefficiente di attrito quasi nullo.

Queste caratteristiche hanno suggerito l’idea di verificarne le prestazioni sulla Dermatite Atopica Infantile, che presenta varie analogie con la Psoriasi. Anche la Dermatite Atopica è infatti una malattia cronica con decorso recidivante ed è il primo sintomo di predisposizione alle allergie. La pelle dei bambini diventa ruvida, secca, arrossata e squamosa, con eruzioni e vescicole sul viso, testa, articolazioni, tronco e una costante sensazione di prurito. Diventa inoltre sensibile e facilmente irritabile soprattutto al contatto con indumenti di lana o con i normali tessuti sintetici.

Annunciato oggi a Lecce al congresso ADOI-ISPLAD (Associazione nazionale Dermatologi Ospedalieri – International Italian Society of Plastic-Regenerative and Oncologic Dermatology) dal professor Giovanni Lo Scocco, primario dermatologo alla ASL4 di Prato, lo studio vedrà la partecipazione delle cliniche dermatologiche dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, delle Università di Padova e di Bologna e dell’Ospedale di Prato.
Il protocollo scientifico è in fase di messa a punto, i primi test a settembre e i risultati all’inizio del 2012.

Fonte: V Incontro ADOI-ISPLAD Dermatologia e dintorni – Lecce, 9-11 giugno 2011 – Ufficio Stampa Catola & Partners