Fotovoltaico galleggiante

Fotovoltaico galleggiante - Fonte www.scintec.itPiattaforme galleggianti con pannelli fotovoltaici: la nuova tecnologia supera numerose limitazioni dei pannelli fotovoltaici tradizionali ed ha un migliore rendimento energetico.

Il sistema Floating Tracking Cooling Concentrator (FTCC) permette di realizzare impianti fotovoltaici galleggianti ad inseguimento solare con sistema di raffreddamento garantito da un velo d’acqua irrigato sulla superficie dei pannelli.

La tecnologia può essere applicata a piccoli bacini, laghi naturali e artificiali, lagune e qualsiasi specchio d’acqua dove il moto ondoso non è forte.

I pannelli fotovoltaici sono montati su zattere che vanno a costituire la piattaforma galleggiante, il tutto sostenuto da strutture in tubi di polietilene e ancorato ad una base sott’acqua.
La potenza varia in base al tipo di pannello impiegato.
I pannelli sono provvisti di riflettori capaci di ottimizzare la radiazione solare raccolta. I ricercatori ne hanno realizzati di due tipologie le cui performance sono in corso di sperimentazione.

Il rendimento energetico degli impianti arriva fino al 75% in più rispetto a quello degli impianti tradizionali ed il costo viene abbattuto del 20% circa.

Progetti di fotovoltaico galleggiante, messi a punto dai ricercatori italiani guidati da Marco Rosa-Clot nei laboratori di Scienza Industria Tecnologia, sono già stati sperimentati con i primi impianti pilota nelle località di Colignola e Suvereto. Questa tecnologia innovativa viene usata anche in Corea del Sud dove è stato costruito un impianto fotovoltaico galleggiante progettato e sviluppato proprio da Scienza Industria Tecnologia e Koinè Multimedia.

La nuova tecnologia supera alcune limitazioni dei pannelli fotovoltaici tradizionali: si tratta ad esempio della possibilità di mantenere basse le temperature dei pannelli grazie ad una serie di irrigatori che distribuiscono un velo d’acqua sull’intera superficie, ciò consente un guadagno energetico pari o superiore al 10% in un anno.
L’inseguimento solare ad asse è reso efficiente dal sistema galleggiante che permette di orientare i riflettori in modo che la radiazione raccolta sui pannelli venga massimizzata.
Le piattaforme galleggianti hanno un ridotto impatto ambientale, possono essere collocate in specchi d’acqua altrimenti non utilizzati ed il costo dell’impianto è contenuto oltre ad essere compensato dal maggiore rendimento energetico che si può ottenere.

Fonte

Scienza Industria Tecnologia

FV Solar Network