Nuovo approccio contro diabete e obesità

Foto di Flavio TakemotoL’inibizione di specifici enzimi a livello di muscoli e grasso bruno riduce le alterazioni metaboliche tipiche dell’obesità e del diabete di tipo 2 poiché promuove il consumo energetico riducendo il peso corporeo e i livelli di glucosio e insulina.

Le istone deacetilasi sono enzimi che svolgono un ruolo fondamentale nel controllo dell’informazione genetica e nella regolazione delle funzioni cellulari e del metabolismo.

L’inibizione di questi enzimi, in particolare dell’istone deacetilasi-3 (HDAC3), nelle cellule del muscolo scheletrico e in quelle del tessuto adiposo bruno, determina l’aumento dell’espressione della proteina Pgc-1 alfa che migliora la biogenesi e l’attività dei mitocondri.

Tutto questo si traduce in un aumento del metabolismo ossidativo a livello sia del muscolo scheletrico sia del tessuto adiposo con un conseguente incremento del consumo di energia che porta alla riduzione del peso corporeo, una diminuzione della steatosi epatica e un miglioramento della capacità di smaltire un carico di glucosio con conseguente miglioramento dello stato diabetico.

Lo studio, pubblicato su Diabetes, è stato condotto da un team internazionale coordinato da ricercatori dell’Università degli Studi di Milano, della Sapienza di Roma e del The Scripps Research Institute La Jolla California.

I risultati della ricerca, effettuata su modello murino, mettono in evidenza il ruolo centrale delle istone deacetilasi nella regolazione delle funzioni cellulari del metabolismo alterate in patologie come obesità e diabete. Aprono inoltre la strada alla messa a punto di nuovi approcci farmacologici per il trattamento dell’obesità e del diabete di tipo 2.

FonteUfficio Stampa Università degli Studi di Milano

Andrea Galmozzi, Nico Mitro, Alessandra Ferrari, Elise Gers,Federica Gilardi, Cristina Godio, Gaia Cermenati, Alice Gualerzi,Elena Donetti, Dante Rotili, Sergio Valente, Uliano Guerrini, Donatella Caruso, Antonello Mai, Enrique Saez,Emma De Fabiani and Maurizio Crestani – Inhibition of Class I Histone Deacetylases Unveils a Mitochondrial Signature and Enhances Oxidative Metabolism in Skeletal Muscle and Adipose Tissue – Diabetes 2012