Modello innovativo per reti in fibra ottica più efficienti

Foto di RotorheadIn Italia le recenti linee guida governative e i piani di investimento di molti operatori delle telecomunicazioni si stanno concentrando sulla realizzazione e progettazione di nuove reti in fibra ottica per offrire in tutta la penisola connessione a banda ultra larga.

Ad oggi purtroppo solo il 15% della popolazione è raggiunta da questo tipo di reti.

Particolarmente utile per la realizzazione e l’ottimizzazione di queste nuove infrastrutture potrebbe rivelarsi l’applicazione GN-model, innovativo strumento analitico proposto dal gruppo di comunicazioni ottiche OptCom del Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni – DET del Politecnico di Torino.

Il GN-model permette di predire in tempo reale e con ottima accuratezza le prestazioni di un collegamento ottico. Si tratta di uno strumento che può essere integrato negli algoritmi di controllo delle reti di telecomunicazioni con un impatto pratico nei processi di studio e progetto dei collegamenti ottici.
Studiato per favorire l’ottimizzazione delle risorse e l’adattamento delle tecniche trasmissive alle reali esigenze di traffico, permette di progettare reti più efficienti che tengano conto delle reali esigenze degli utenti finali.

Fonte:

Politecnico di Torino