Consumo di pesce in gravidanza e allattamento

Gravidanza - Foto di E_B_A _Durante la gravidanza e l’allattamento è importante porre molta attenzione alla scelta del pesce da mangiare per evitare di ingerire elevati livelli di mercurio.

Alcuni tipi di pesce presentano livelli di mercurio più alti rispetto al contenuto medio della maggior parte delle specie ittiche per uso alimentare, si tratta del tonno e del pesce spada che andrebbero evitati durante il periodo della gravidanza.

La scelta più sicura e salutare potrà essere sogliola, platessa, salmone, sardine e triglie poiché la loro carne presenta i livelli più bassi di mercurio tra le specie ittiche analizzate.

I ricercatori hanno preso in considerazione i valori di screening non cancerogeni di metilmercurio in base a dosi di riferimento, peso corporeo medio della donna in gravidanza e consumo medio di pesce (numero di porzioni per settimana).

In gravidanza e durante l’allattamento è consigliato il consumo di pesce almeno due o tre volte a settimana. Il pesce contiene importanti nutrienti come proteine, ferro e acidi grassi a lunga catena omega 3, utili per la crescita e per lo sviluppo cognitivo del bambino.

Fonte

Eating Fish: What Pregnant Women and Parents Should Know
U.S. Food & Drug Administration