farmaci - Foto di Maria Kaloudi

I farmaci antiemetici

La nausea e il vomito possono essere causati da farmaci, quali anestetici e oppioidi, malattie vestibolari, cinetosi, gravidanza e vertigini. Il vomito è più contenibile se prevenuto ed è difficile da arrestare se iniziato, per questo motivo i farmaci antiemetici dovrebbero essere somministrati prima dello stimolo.

Read More
madre e figlio - Foto di Horton Group

Alzheimer: migliorare la comunicazione

Comunicare in modo efficace con un malato di Alzheimer è difficile e risulta sempre più complesso con l’avanzare della malattia. Quando le cure vengono prestate dai famigliari tra le mura domestiche, una ulteriore difficoltà è rappresentata dalla troppo spesso frammentaria comunicazione tra le persone che accudiscono il malato. Per ottimizzare…

Read More
sangue
coppia di anziani - Foto di Pierre Amerlynck

Alzheimer: i primi segni della malattia

La malattia di Alzheimer è una demenza degenerativa che ha in genere un inizio subdolo. Si sviluppa lentamente e causa un graduale declino delle capacità cognitive. Come per altre malattie neurodegenerative, la diagnosi precoce è fondamentale per dare la possibilità di trattare alcuni sintomi e permettere al paziente di pianificare…

Read More
seno
marijuana - Foto di Mateusz Atroszko
legami tra atomi - Foto di Clix
cuore - Foto di Judith Hakze
uomo obeso - Foto di Michal Zacharzewski
Occhio - Foto di Mateusz Stachowski
provetta - Foto di Kerem Yucel
cuore - Foto di Jean Scheijen
seno - Foto di Stefan Hellwig
DNA - Foto di Svilen Mushkatov
Olio
Foto di Vjeran Lisjak

Tessuto adiposo bruno: nuove prospettive per ridurre l’obesità

Le attuali terapie per ridurre l’obesità risultano spesso inefficaci. Una maggiore attivazione della termogenesi induce un significativo incremento del dispendio energetico dell’organismo e l’uso delle cellule staminali del tessuto adiposo bruno, recentemente scoperte, potrebbero essere impiegate per la messa a punto di nuove strategie terapeutiche per il trattamento dell’obesità.

Read More
giovane e vecchio - Foto di Gonzalo Haro
sangue
labbra - Foto di Helmut Gevert

Riattivazione periodica dell’Herpes simplex

E’ stata identificata la chiave molecolare che promuove la riattivazione del virus Herpes simplex (HSV). La proteina virale VP16  induce l’Herpes simplex, che rimane latente nei neuroni per tutta la vita della persona infettata, ad uscire dallo stato di latenza causando ricadute della malattia soprattutto a carico di cute e…

Read More
Influenza - Foto di Andrzej Gdula